.
Annunci online

lucalombardo
La vera rivoluzione è quella democratica


Diario


28 aprile 2008

Dopo la sconfitta si bisogna di una classe dirigente

La sconfitta alle elezioni politiche e la sconfitta per mano di Alemanno alle elezioni amministrative romane deve far compiere nel Partito delle considerazioni amare.
Un Partito che voglia essere davvero a vocazione maggioritaria deve riflettere sui motivi che hanno portato ad una sconfitta, quella politica, annunciata e purtroppo metabolizzata anche grazie ad una esperienza di governo disastrosa, ed un'altra, quella nella città di Roma, che nessuno credeva potesse mai avvenire, ma che purtroppo è divenuta realtà.
Bisogna analizzare analiticamente i motivi della sconfitta e da questi i responsabili devono assumere le proprie responsabilità. Non prendere le adeguate contromisure a quello che successo vorrebbe dire condannare il Partito Democratico ad anni ed anni di opposizione. E per il progetto che da 10 anni abbiamo in cantiere questo potrebbe essere sintetizzato in un'unica parola: FALLIMENTO.

Quello che più preoccupa dei dati elettorali è il grande schiaffo che la sinistra tutta ha avuto da parte della sua "classe" di riferimento: la classe operaia. IL centro-sinistra (tutto) non riesce a parlare più al suo popolo. E' divenuto un mero congrega di radical-chic che chiusa nei salotti romani non coglie i problemi di un popolo che non arriva più neanche alla seconda settimana del mese,

Mentre parliamo, noi "pragmatici riformisti", di sogni di poter fare, dall'altra parte si discute dei problemi della globalizzazione. Tremonti scrive che "ci troviamo in un momento storico in cui il superflueo costa poca e il necessario costa enormemente". A destra discutono di queste cose a sinistra no. Perchè? E ci dobbiamo interrogare sul perchè intelligenze come quella di Tremonit proveniente dal mondo socialista si trovi a Destra. Perchè? Perchè? Perchè?

I motivi sono tanti e voglio analizzarli nella prossima settimana.

Che senso ha avuto procedere a candidature di facciata. Colaninno, Calearo, Cardinale? Non sono giovani, sono la solita nomenclatura. Il superstite della Thysse-Grupp in Parlamento è il fallimento della politica che non riesce ad assicurare la sicurezza sul posto di lavoro, e che indennizza con un posto in Parlamento.

Il partito democratico deve partire da questa sconfitta e deve affrontare il suo enorme problema generazionale. Se il Partito Democratico non sfonda al centro e neanche a sinistra è anche per la staticità della propria classe dirigente. Una scuola di formazione politica è questa l'unica strada che deve essere percorsa dal Partito Democratico.

Scuole di formazioni comunali, regionali e nazionali sono necessarie. Questo sarebbe il vero rinnovamento. Il vero Partito nuovo.

Il Partito Democratico dovrà essere il partito che unisce anziché dividere. Dovrà essere un partito nuovo che dovrà parlare e dare fiducia alle nuove generazioni. Che dovrà parlare ai tanti giovani idealisti di questo paese che credono nella solidarietà tra le persone al posto dell’individualismo e dell’egoismo dei nostri tempi; che credono in una società che sappia dare il giusto riconoscimento a chi ha del merito, ed aiutare chi ha bisogno; che credono nel valore primario del lavoro e nella necessità che esista la sicurezza del posto di lavoro, ma anche la sicurezza sul posto di lavoro; che credono che sia necessario un governo democratico del mondo capace di rispondere in modo equo e solidale ai problemi ambientali, sanitari e di dignità della persona umana; che credono che non si debba considerare un’utopia combattere la criminalità e sconfiggerla.

Ora è possibile aprire una Nuova Stagione.
Finalmente sarà possibile programmare per poi realizzare. Ma facciamo in fretta, da soli e senza alleati autolesionistici.




permalink | inviato da lucalombardo il 28/4/2008 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Riepilogo degli articoli

VAI A VEDERE

Lottare, lottare, lottare! Programmare, programmare, programmare
Che fare dopo la caduta dle governo Prodi
6 ovvie proposte che nessuno fa
Soluzioni alla crisi di Governo (3)
Soluzioni alla crisi di Governo (2)
Soluzioni alla crisi di Governo (1)
Grattacielo a Cosenza: lo Skyline
Redde Rationem
Dopo le dichiarazioni di Veltroni ad Orvieto
L'associazione che vorrei
Ci vuole sicurezza del posto di lavoro e sul posto di lavoro
Perchè il sistema tedesco non è adeguato al nostro paese e l'esigenza di un sistema italiano
Associazione Polis
Le mie foto su livespaces



CERCA